Rientro dei capitali, la voluntary-bis allunga di un anno a parità di sanzioni - Notizie - Studio Conte - Ziccardi Dottori Commercialisti Associati a Torino e Milano

Vai ai contenuti

Menu principale:

Rientro dei capitali, la voluntary-bis allunga di un anno a parità di sanzioni

Pubblicato da in Novità ·
Tags: voluntarydisclosure
Una voluntary-bis quasi in fotocopia della precedente. Stesse regole, stesse procedure, stessi modelli per non precludere il successo dell’operazione. La novità allo studio è quella di non aumentare le sanzioni ma di estendere l’arco temporale di applicazione. Finora si è ragionato sull’estensione del rientro dei capitali al 30 settembre 2015 (la precedente edizione si “fermava” al 30 settembre 2014). Sul tavolo, però, c’è pure l’ipotesi di arrivare a “coprire” un arco temporale di sei anni, includendo anche il 2009 ormai non più accertabile (salvi i casi di raddoppio dei termini). Il tutto, come anticipato, a penalità invariate rispetto alla voluntary «1.0».
La valutazione di convenzienza sulla nuova emersione non sarà vincolata solo ai paletti temporali e sanzionatori. Lo scenario internazionale (da considerare), infatti, è destinato drasticamente a cambiare nel 2018, quando debutterà lo scambio automatico di informazioni tra autorità fiscali. Un passaggio-chiave per escludere a priori ogni ipotesi di voluntary disclosure a regime.
Fonti di questo articolo:



Nessun commento


Cerca
Studio Conte-Ziccardi P.IVA:08358730011
Torna ai contenuti | Torna al menu